La storia dell’Azienda Agricola Mezzanotte inizia nel 1925, quando la famiglia si stabilisce nella piccola località di Bettolelle, nell’entroterra del Comune di Senigallia, e Nonno Giovanni inizia il lavoro da mezzadri dedicato a colture cerealicole, da seme e a vigneti, per i quali la nostra zona è stata da sempre vocata.

La passione per il lavoro dei campi, inteso come amore per il territorio e per quello che lo stesso può produrre se opportunamente gestito, viene tramandata di padre in figlio, fino a che nei primi anni 80 la famiglia Mezzanotte lascia la mezzadria e Sandrino inizia a lavorare in maniera autonoma i primi terreni di proprietà in base all’esperienza acquisita nel tempo.

Nel recente 2004, grazie all’intervento di Lorenzo dell’ultima generazione, l’azienda si rinnova e si struttura in maniera significativa dedicandosi quasi esclusivamente alla coltura dell’uva e alla produzione del vino. Continua la tradizione della viticoltura degli storici vitigni autoctoni, come Verdicchio dei Castelli di Jesi e Lacrima di Morro, e si affiancano vitigni come Montepulciano ed Incrocio Bruni. L’innovazione viene implementata sia a livello agronomico che produttivo.

A partire dal 1925 l’azienda si è dedicata alla tutela e alla cura del territorio e dell’uomo.La filosofia è da sempre e rimarrà quella di adottare una agricoltura sana con adeguate tecniche agronomiche. Produrre dei vini autentici che rispecchino i vitigni e il territorio.
Le lavorazioni vengono eseguite in maniera manuale. La potatura prevede una scelta adeguata del carico di gemme nei vigneti. Durante la fase vegetativa della vite si adottano tecniche di diradamento. La vendemmia, eseguita esclusivamente a mano, garantisce un controllo migliore dei grappoli, indispensabile per ottenere vini di qualità.

‘Il vino si fa in vigna, non in cantina